Phoenix Contact E-Mobility si espande ulteriormente in Cina

14.11.2023
Posa della prima pietra per il nuovo stabilimento di Phoenix Contact E-Mobility a Lishui, in Cina

Phoenix Contact sta ampliando le capacità di produzione della divisione di E-Mobility con un nuovo stabilimento a Lishui, in Cina. Dopo l'headquarter cinese e un altro sito di produzione a Nanjing, questo è il terzo stabilimento di Phoenix Contact in Cina.

Il nuovo sito nella zona di sviluppo di Lishui si concentrerà sulla produzione di componenti per la costruzione di infrastrutture di ricarica per la mobilità elettrica e interfacce di ricarica per veicoli elettrici. Si tratta di un particolare segnale per l'intera regione: Lishui si sta concentrando sulle industrie per i motori alternativi.

Nel nuovo sito di produzione di Lishui, Phoenix Contact E-Mobility svilupperà e produrrà vari cavi di ricarica per veicoli elettrici, che saranno forniti ai produttori cinesi di automobili e di infrastrutture di ricarica. L'azienda si affida al local-for-local sourcing, in cui i mercati di approvvigionamento, produzione e vendita sono situati in prossimità l'uno dell'altro. Negli ultimi anni, il distretto di Lishui si è sviluppato fortemente nel settore dell'industria della mobilità elettrica. Qui si sono già insediate cinque aziende di veicoli elettrici e più di 200 aziende di componenti di base del settore.

La prima pietra del nuovo stabilimento di Phoenix Contact è stata posata durante una cerimonia alla fine di giugno 2023. Gu Jiandang, direttore di Phoenix Contact China, ha sottolineato l'importanza del nuovo stabilimento di Lishui nel suo discorso: "Phoenix Contact China è entrata attivamente nel mercato cinese dei veicoli elettrici già nel 2010. Con il nuovo stabilimento di Lishui, siamo a un nuovo punto di partenza. Lavoreremo a stretto contatto con la regione per continuare a produrre prodotti di alta qualità per il settore e completare i progetti per i nostri clienti come previsto. Insieme alla regione di Lishui, invitiamo altri partner di settore a partecipare al sito di Lishui e a creare insieme un futuro per l'industria dei nuovi veicoli."
Anche Arno Kiefer, Director Strategy & China Coordination di Phoenix Contact E-Mobility, sottolinea l'importanza del nuovo sito: "Lo sviluppo accelerato del settore della mobilità elettrica in Cina richiede un terzo sito cinese. In questo modo portiamo avanti la collaborazione di successo tra i team cinesi e tedeschi."

Il nuovo edificio copre una superficie totale di circa 26.000 m² su un terreno di poco meno di 20.000 m². Di questi, 20.000 m² sono destinati alla produzione e al magazzino e 6.000 m² agli uffici. La forza lavoro crescerà fino a oltre 200 dipendenti entro l'avvio della produzione, nel primo trimestre del 2025. A partire dall'avvio della produzione nella seconda metà del 2025 è prevista una capacità produttiva annuale di diverse centinaia di migliaia di cavi di ricarica in AC e DC. Inoltre, ogni anno verranno prodotte centinaia di migliaia di prese lato veicolo destinate al mercato cinese.

Il tema della mobilità elettrica è in crescita non solo in Cina. Presso la sede di Phoenix Contact E-Mobility a Schieder-Schwalenberg, nel 2023 sono stati creati nuovi uffici per circa 160 dipendenti su un'area di 2.300 m². Anche gli sviluppi del mercato nordamericano procedono in modo dinamico. Phoenix Contact sta espandendo le sue attività nel campo della mobilità elettrica e si sta anche concentrando sul local-for-local-sourcing. Con l'ampliamento delle strutture di vendita, l'azienda sta rafforzando i propri segmenti di prodotto nel mercato nordamericano.

Ufficio Stampa
Eva von der Weppen
Eva von der Weppen | Corporate Communications