Torna alla panoramica

Protezione contro le sovratensioni per la centrale nucleare svizzera di Beznau

Axpo: produttore di corrente leader in Svizzera

La Nordostschweizerische Kraftwerke AG, abbreviata in NOK, è una consociata della AxpoHolding AG, fornitore di energia svizzero. NOK è il produttore di corrente leader in Svizzera. In collaborazione con l'infrastruttura di rete dei diversi cantoni e le aziende energetiche CKW e EGL, la rete di trasmissione e distribuzione di Axpo è la rete elettrica più importante della Svizzera.

In collaborazione con le centrali elettriche dei cantoni e i loro distributori, Axpo fornisce corrente a tre milioni di persone nella Svizzera centrale e nord-orientale.

Applicazione

La centrale nucleare di Beznau ha sede nella parte centrale della valle dell'Aare, poco prima l'Aare confluisce nel Reno. È composto da due impianti di uguale grandezza, blocco 1 e blocco 2, la cui messa in funzione è avvenuta nel 1969 e 1971. 24 ore su 24 i blocchi producono corrente e teleriscaldamento con potenza invariabile. L'Aare provvede così alla sufficiente alimentazione di acqua di raffreddamento.

Tuttavia il concetto di protezione antifulmini risalente al tempo di costruzione non è stato più all'altezza delle disposizioni odierne. Doveva essere aggiornato secondo le condizioni dell'ispettorato. Si è tentato quindi, per quanto possibile, di garantire al meglio la continuazione sicura dell'attività. Tuttavia le caratteristiche costruttive della centrale nucleare impedivano una modifica alla base del sistema di protezione parafulmini: era necessario trovare altre soluzioni più flessibili.

E qui entra in gioco Phoenix Contact, che ha contribuito alla ricerca di soluzioni appropriate e, soprattutto, realizzate con la piena soddisfazione di tutti i partecipanti.

Soluzione

Produzione energetica, QTC, Beznau, Quickon, corrente  

Scaricatore di sovratensione con funzione di sezionamento

Il concetto di Phoenix Contact funziona come un tipo di dispositivo di pre-arresto nel cuore della centrale nucleare: la sala di controllo. Lo stato di tutte le funzioni di sistema viene controllato qui in modo trasparente verificando la disponibilità. Le sale di controllo per ciascun blocco sono state previste con un ampio scudo protettivo durante le verifiche periodiche. Tutti i cavi elettrici, inseriti nella zona di protezione interna, sono stati cablati con scaricatori di sovratensione. In questo modo si garantisce la massima disponibilità di tutti i sistemi. Si garantisce inoltre un ciclo perfetto di tutti i processi automatici o controllati dall'uomo.

L'idea era quella di un ammodernamento con un sistema elaborato di compensazione di potenziale a bassa impedenza. Direttamente sui morsetti sezionatori UK 5 N finora utilizzati di Phoenix Contact, al posto delle spine di sezionamento, sono stati inseriti scaricatori di sovratensione interfacciabili con funzione di sezionamento e sempre a condizione di utilizzare lo spazio esistente senza ulteriore necessità di ingombro.

Sono stati adottate in modo ottimale le morsettiere UK 4-TG di Phoenix Contact già disponibili in passato. L'impianto presente del sistema di controllo è rimasto invariato. Non risultava necessario alcun intervento al cablaggio esistente.

Per l'ulteriore erogazione energetica ausiliaria sono stati cablati anche i sistemi di cavi che non derivano dal sistema di controllo. La schermatura di tutti i cavi in ingresso è stata collegata nel passaggio delle zone protettive ampiamente in contatto con la compensazione di potenziale locale. Il collegamento delle barre collettrici potenziate alla compensazione di potenziale locale è avvenuto mediante morsetti a cavaliere. Per l'inserimento di cavi sono stati utilizzati collegamenti a vite CEM. I sistemi di tubature sono stati collegati al sistema di compensazione di potenziale locale a bassa impedenza e contro le correnti atmosferiche.

Conclusione

La compensazione di potenziale è isolata e può essere sia collegata a terra direttamente sia inserita in un potenziale di riferimento isolato. Le spine dei cavi di collegamento vengono innestate nelle prese da 4 mm. In questo modo è possibile eseguire la manutenzione di spine di protezione contro le sovratensioni nonché dei relativi cavi di collegamento a terra senza intervenire sull'installazione.

E per finire la protezione contro le sovratensioni personalizzata risulta conveniente ed efficiente. La centrale nucleare di Beznau rispetta così tutte le premesse per un continuo funzionamento sicuro.

Phoenix Contact Spa

Via Bellini, 39/41
20095 Cusano Milanino (MI)
02 66 05 91

Questo sito utilizza cookies, continuando la navigazione acconsenti alla nostra Cookie Policy. Consulta la nostra informativa sulla Privacy.

Chiudi