Tecnologia ACB

Tecnologia ACB

Ridondanza fino al carico

I moduli di ridondanza attivi con tecnologia ACB garantiscono un'alimentazione elettrica ridondante e costante del carico.

Gli alimentatori ridondanti garantiscono i più elevati requisiti di sicurezza negli impianti, in modo che il guasto di un alimentatore non comporti l'interruzione del funzionamento. In questo modo, nel monitoraggio vengono incluse le potenziali fonti di errore dalla linea di alimentazione fino al carico passando per l'alimentatore.

Auto Current Balancing (ACB)

Alimentatore QUINT ORING  

Equipartizione della corrente di carico

La tecnologia ACB dei moduli QUINT ORING garantisce l'equipartizione della corrente tra gli alimentatori.

In tal modo, la differenza di tensione di ingresso fra gli alimentatori viene rilevata in modo continuo e stabilizzata automaticamente fino a uno scostamento pari a 300 mV. La corrente di carico viene così suddivisa in modo simmetrico.

Contrariamente a quanto accade con il diodo classico, con l'impiego della moderna tecnologia MOSFET il carico termico che si origina si riduce fino al 70%. Questa riduzione della dissipazione di potenza permette di evitare l'eccessivo riscaldamento dei componenti del quadro elettrico e di aumentare la durata del dispositivo.

Torna su

Tutto in equilibrio

Visualizzazione con grafico a barre di un alimentatore QUINT ORING  

Visualizzazione dell'equipartizione del potenziale sul dispositivo

Un grafico a barre segnala l'equipartizione del potenziale degli alimentatori. L'utente riconosce immediatamente qual è la tensione di ingresso più alta e quale alimentatore viene quindi caricato maggiormente.

È possibile leggere stati diversi in modo semplice, nonché riconoscere e risolvere rapidamente i problemi. La visualizzazione e la rappresentazione corrispondono alle indicazioni NAMUR.

Torna su

Monitoraggio continuo della ridondanza

Visualizzazione LED del contatto per segnali a potenziale zero su un alimentatore QUINT ORING  

Monitoraggio completo della ridondanza

I moduli QUINT ORING monitorano la corrente di carico ed emettono un avviso al superamento del valore impostato.

Nel caso dell'ampliamento di un impianto, l'accoppiamento di carichi aggiuntivi a un alimentatore ridondante da parte dell'utente può causare la perdita della ridondanza,

come illustrato nella situazione d'esempio descritta nella sezione seguente.

Torna su

Situazione d'esempio

Situazione: utilizzo ridondante degli alimentatori  

Esempio 1: ridondanza ok; esempio 2: nessuna ridondanza

Due alimentatori ridondanti con corrente nominale da 5 A ciascuno alimentano un controllore che necessita di 5 A.

Qualora si colleghi un carico aggiuntivo da 3 A, esso deve essere erogato dalla riserva di potenza dell'alimentatore. La corrente necessaria pari a 8 A viene messa a disposizione senza cadute di tensione.

Tuttavia, in questo modo non è presente alcuna ridondanza: in caso di guasto di uno dei due alimentatori, il secondo dispositivo non può più erogare gli 8 A. Il LED segnala immediatamente all'operatore dell'impianto l'assenza di ridondanza.

Torna su

Phoenix Contact Spa

Via Bellini, 39/41
20095 Cusano Milanino (MI)
02 66 05 91

Questo sito utilizza cookies, continuando la navigazione acconsenti alla nostra Cookie Policy. Consulta la nostra informativa sulla Privacy.

Chiudi