Dalla custodie per l'elettronica al modulo del quadro di comando per AS-Interface

Panoramica

Modulo del quadro di comando AS-i KE5 per impianti di imbottigliamento  

Modulo del quadro di comando AS-i KE5 per impianti di imbottigliamento

  • Nella costruzione di impianti, ad esempio per l'industria delle bevande, le soluzioni vantaggiose e semplici da installare sono sempre più apprezzate.
  • I moduli compatti per livelli di campo inferiori, e con elevato numero di punti di connessione, sono ancora rari.
  • In stretta collaborazione con Phoenix Contact, Pepperl+Fuchs ha sviluppato il modulo per il quadro di comando KE5, che colma questa lacuna.
  • A partire da questo progetto specifico per un cliente, Phoenix Contact ha lanciato sul mercato la famiglia di prodotti ME-IO.

Profilo cliente

Laboratorio EMC di Pepperl+Fuchs a Mannheim  

Laboratorio EMC di Pepperl+Fuchs a Mannheim

Nel campo della protezione dell'elettronica contro le esplosioni e della realizzazione di sensori, Pepperl+Fuchs è un'azienda leader a livello mondiale, nota per il suo carattere innovativo.

Presso la casa madre di Mannheim dell'azienda Pepperl+Fuchs hanno sede i settori Sviluppo e Marketing, compresi i laboratori.

Requisito

Dr. in scienze naturali Konrad Kern (a sinistra), Product Manager, e Ing. Frank Ebert, progettista, Pepperl+Fuchs  

Dr. in scienze naturali Konrad Kern (a sinistra) e Ing. Frank Ebert

Spesso il percorso dallo sviluppo di un nuovo dispositivo all'impiego pratico presso l'utente finale è piuttosto lungo. Non è sempre scontato che i requisiti specifici del dispositivo posti dall'utente finale vengano soddisfatti già dai progettisti dei singoli componenti.

"Con Phoenix Contact come specialista di custodie elettroniche e tecnologie di connessione per circuiti stampati, siamo riusciti a trovare una perfetta sintonia tra i componenti e le esigenze specifiche del settore dell'industria delle bevande" dichiara il Dr. Konrad Kern, Product Manager per l'automazione presso Pepperl+Fuchs GmbH a Mannheim.

"Tra i produttori leader degli impianti per imbottigliamento, AS-Interface (AS-i, Actuator-Sensor-Interface) riveste un ruolo determinante", dichiare Kern. Sviluppato come standard per la comunicazione con bus di campo per il collegamento di attuatori e sensori, AS-i si distingue non solo per l'ottimo rapporto prezzo/prestazione, ma anche per la semplicità e flessibilità come sistema d'interfaccia decentrato.

Soluzione

Custodia ME-IO e modulo del quadro di comando KE5  

La custodia ME-IO funge da "confezione" per il modulo del quadro di comando KE5

Come produttore di soluzioni AS-i, con i dispositivi della serie KE5, Pepperl+Fuchs è riuscito a produrre un sistema efficace in un design compatto. Su una larghezza inferiore a 19 mm, nella parte frontale si trovano ben 28 punti di connessione facilmente accessibili. "Rispetto ad altre soluzioni, siamo riusciti ad aumentare la densità di componenti del 50%", spiega Kern illustrando i vantaggi.

Finora, per il collegamenti di AS-i e AUX-Interface abbiamo dovuto utilizzare capicorda doppi. "Il nostro modulo KE5 utilizza il connettore collegato con ponticello, in modo che AS-i e AUX siano collegati con quattro morsetti passanti supplementari “, spiega l'Ing. Frank Ebert, direttore responsabile del reparto Sviluppo nel progetto KE5, "e questo con un pieno carico di corrente di 8 A".

Per la separazione galvanica delle uscite di commutazione sono stati sviluppati anche moduli relè per il collegamento di impianti esterni con diversi potenziali. Inoltre, i moduli relè consentono di collegare carichi elevati a 230 VAC. "I moduli presentano circuiti stampati con un design innovativo, che consente la separazione reciproca sicura di AS-i e AUX", dichiara Kern. "Questa sicurezza funzionale è importante, perché permette l'impiego dei moduli KE5 anche nelle applicazioni Safety per la moltiplicazione delle uscite".

Questo consente di progettare in modo semplice e vantaggioso sistemi di sicurezza per macchinari, ad esempio la disattivazione sicura tramite AUX con moltiplicazione decentrata tramite le uscite AUX del modulo KE5. "Tutti i segnali dei sensori rimangono disponibili grazie agli ingressi sul modulo", afferma Kern, "e anche senza energia ausiliaria, l'utente finale riceve tutte le informazioni importanti sullo stato dell'impianto".

Nelle custodie della serie ME-IO di Phoenix Contact è possibile applicare nella parte frontale – su una larghezza di soli 18,8 mm – fino a 54 poli di connessione a innesto. Questo modello di custodia è stato progettato secondo un principio modulare: i coperchi e i profili a innesto di diverse lunghezze consentono un'ampia varietà di connessioni combinate.

Conclusione

Le soluzioni su misura per l'utente nascono da una cooperazione intensa e attenta tra i partner coinvolti. Lo dimostrano Phoenix Contact, esperto di custodie per l'elettronica e tecnologie di connessione, e Pepperl+Fuchs, promotore delle innovative soluzioni AS-i.

Per soddisfare i requisiti nell'industria meccanica, è stato sviluppato un innovativo modulo per il quadro di comando degli impianti di imbottigliamento. La tecnologia di connessione della custodia si è rilevata particolarmente efficace. Inoltre, il sistema Push-in del connettore a molla consente un cablaggio semplice e senza la necessità di utensili. I connettori cifrabili possono essere scollegati con un sistema di sblocco, per una semplice sostituzione dei dispositivi in caso di manutenzione. La comunicazione tra i moduli è affidata a un connettore bus per guide DIN.

PHOENIX CONTACT S.p.a.

Via Bellini, 39/41
20095 Cusano Milanino (MI)
02 66 05 91

Altre informazioni

Referrer:

Questo sito utilizza cookies, continuando la navigazione acconsenti alla nostra Cookie Policy. Consulta la nostra informativa sulla Privacy.

Chiudi