Tecnologia a trasferimento termico

Tecnologia a trasferimento termico

Siglatura rapida e vantaggiosa

La compatta tecnologia a trasferimento termico di Phoenix Contact.

I vantaggi

  • Elevata affidabilità grazie al collaudato processo di stampa
  • Massima praticità: la manutenzione sulla stampante non è più necessaria
  • Qualità elevata garantita da font chiari, codici a barre e scritte da minimo 1,6 mm di altezza
  • Apparecchiature compatte e resistenti

Principio di stampa

Principio di stampa: stampante a trasferimento termico  

Principio di stampa: stampante a trasferimento termico

Nel processo di stampa a trasferimento termico uno speciale nastro a inchiostro con più strati viene inserito tra la testina di stampa e il componente. Un elemento riscaldante che può essere comandato via computer è integrato in ogni testina di stampa per ogni pixel. Questi elementi riscaldanti, i cosiddetti "dot", sono disposti in linea retta. Questi rilasciano uno strato di inchiostro e applicano l'immagine di stampa, riga per riga, sul componente da siglare.

Anche questo processo è rapido e flessibile. Tuttavia, richiede una buona qualità della superficie da siglare perché il nastro a inchiostro possa aderire perfettamente al componente. Mentre per i materiali morbidi, come le etichette, sono disponibili numerosi sistemi, per i materiali duri come il policarbonato le soluzioni sono poche.Mentre per i materiali morbidi come le etichette sono disponibili numerosi sistemi, per i materiali duri come il policarbonato le soluzioni sono poche.

Nastri a inchiostro

Il nastro a inchiostro è un elemento essenziale nella stampa a trasferimento termico ed è costituito da vari strati. Il rivestimento posteriore è strutturato in modo tale che l'attrito sia ridotto al minimo e che la carica statica sia ridotta al fine di proteggere la testina di stampa. Il rivestimento posteriore è formato da una pellicola PET che protegge lo strato di inchiostro sensibile al calore.

Struttura di un nastro a inchiostro per la tecnologia a trasferimento termico

Struttura di un nastro a inchiostro per la tecnologia a trasferimento termico

Esistono tre diversi strati di inchiostro. Nelle stampanti a trasferimento termico di Phoenix Contact si utilizzano nastri in resina che contengono un ulteriore strato di separazione tra inchiostro e pellicola PET.

  • Particolarmente adatti per la stampa di superfici cartacee
  • Su una superficie ruvida creano una immagine di stampa nitida e chiaramente leggibile
  • Ridotta resistenza allo sfregamento e ai graffi
  • Vengono utilizzati quando la pressione esercitata è bassa
  • Indicati per pellicole e superfici in plastica
  • Stampa resistente allo sfregamento e ai graffi, con un'elevata resistenza al calore
  • Stampa resistente ai solventi e agli agenti chimici
  • Temperature di fusione più elevate rispetto ai nastri di cera, necessitano di una maggiore capacità di riscaldamento della testina di stampa e di una velocità di stampa inferiore.
  • Vengono utilizzati quando viene esercitata una pressione maggiore sul materiale
  • Presentano le stesse proprietà dei nastri di cera e di resina
  • Adatti per materiali cartacei e plastiche
  • La stampa è resistente allo sfregamento e ai graffi, offre inoltre una buona resistenza al calore
  • Minore resistenza ai solventi e agli agenti chimici rispetto ai nastri in pura resina
  • Possono essere utilizzati con velocità di stampa elevate e di conseguenza in un'ampia gamma di applicazioni
  • Vengono utilizzati quando la pressione esercitata è ad un livello media

Prodotti

Desiderate saperne di più su questi prodotti? Cliccate sul seguente pulsante.

PHOENIX CONTACT S.p.a.

Via Bellini, 39/41
20095 Cusano Milanino (MI)
02 66 05 91

Questo sito utilizza cookies, continuando la navigazione acconsenti alla nostra Cookie Policy. Consulta la nostra informativa sulla Privacy.

Chiudi