Torna alla panoramica

Esempi applicativi

Con Radioline è possibile realizzare in modo semplice e veloce diverse infrastrutture di rete: dal semplice collegamento punto-punto a reti mesh più complesse.

Impiego come collegamento punto-punto

Collegamento punto-punto  

Input e output dei segnali I/O: punto-punto

Una delle opzioni per trasmettere i segnali I/O via radio è il collegamento punto-punto bidirezionale. Se il sistema è installato secondo questa modalità e i segnali sono collegati, se la tensione d'esercizio viene applicata e gli indirizzi sono impostati tramite la rotella zigrinata, il collegamento radio si stabilisce automaticamente senza ulteriori impostazioni.

Se il sistema è stato ampliato con l'impiego di ulteriori moduli I/O, è possibile associare i moduli reciprocamente in modo semplice e veloce mediante la rotella zigrinata sulla parte anteriore della custodia (mapping I/O).

Impiego nella rete a stella

Rete a stella  

Input e output dei segnali I/O: rete a stella

Con Radioline è possibile trasmettere i segnali in modalità bidirezionale anche configurando una rete a stella. Se il sistema è installato secondo questa configurazione e i segnali sono collegati, se la tensione d'esercizio viene applicata e gli indirizzi sono impostati tramite la rotella zigrinata, il collegamento radio si stabilisce automaticamente senza ulteriori impostazioni.

Con ulteriori riceventi, è possibile effettuare la moltiplicazione o lo splitting dei segnali in tutta semplicità.

Se il sistema è stato ampliato con l'impiego di ulteriori moduli I/O, è possibile associare i moduli reciprocamente in modo semplice e veloce mediante la rotella zigrinata sulla parte anteriore della custodia (mapping I/O).

Impiego in reti mesh

Rete mesh  

Input e output dei segnali I/O: rete mesh

Collegate via radio il vostro controllo open loop ai dispositivi di campo seriali: dalla semplice trasmissione punto-punto alle potenti reti mesh.

Il collegamento degli slave avviene direttamente mediante stazioni intermedie repeater slave. Per prolungare il circuito radio o integrare più repeater slave, è possibile attivare in sequenza fino a 250 repeater slave.

Alle stazioni intermedie repeater slave è possibile collegare anche periferiche seriali o moduli di espansione I/O. In caso di guasto di un collegamento all'interno della rete, le informazioni vengono deviate su altri nodi della rete (roaming).

I processi di autorganizzazione e autorigenerazione garantiscono la stabilità della rete, ogni dispositivo dispone di più percorsi di comunicazione.

PHOENIX CONTACT S.p.a.

Via Bellini, 39/41
20095 Cusano Milanino (MI)
02 66 05 91

Questo sito utilizza cookies, continuando la navigazione acconsenti alla nostra Cookie Policy. Consulta la nostra informativa sulla Privacy.

Chiudi