Torna alla panoramica

Ridondanza con i controllori PROFINET

Per la massima disponibilità

Nei sistemi complessi e negli impianti di grandi dimensioni sono indispensabili processi senza interruzioni. Per garantire il funzionamento continuo dei sistemi di automazione, sono disponibili i controllori ridondanti PROFINET di Phoenix Contact.

  • Semplice messa in servizio e configurazione automatica di tutte le funzioni di ridondanza grazie alla tecnologia AutoSync progettata da Phoenix Contact
  • Fino a 80 km di distanza tra i controllori tramite fibre ottiche, con ottimizzazione dei costi grazie ai moduli SFP a innesto
  • Processi senza interruzioni anche in caso di guasto o sostituzione di un controllore
  • Display ad alta risoluzione per la rappresentazione di messaggi di stato e di errore come testo in chiaro
  • Integrazione ottimale dei dispositivi grazie allo standard PROFINET, ridondanza per una rete Ethernet solida e sostenibile
  • Visualizzazione senza interruzione mediante server OPC con possibilità di ridondanza
Tecnologia AutoSync

La tecnologia AutoSync permette di configurare automaticamente tutte le funzioni di ridondanza di entrambi i controllori RFC 460R

Ridondanza: per sistemi di controllo a prova di guasto

Con il nuovo controllore RFC 460R PN 3TX, potrete garantire costantemente la massima disponibilità dell'impianto, dal livello I/O al livello di controllo.

È sufficiente collegare due controllori RFC tramite un cavo in fibra ottica. A seconda della distanza tra i PLC, è possibile scegliere uno dei tre moduli SFP (Small Form-factor Pluggable) a innesto per accoppiare i conduttori. Pertanto è possibile coprire distanze fino a 80 km, come per applicazioni in gallerie o aeroporti.

Grazie alla tecnologia AutoSync, progettata da Phoenix Contact, i controllori stabiliscono automaticamente una connessione ad alte prestazioni per lo scambio dei dati di configurazione e delle informazioni relative al progetto.

Prima di ogni ciclo, i dati da sincronizzare vengono trasmessi dal PLC a capo del processo al PLC in hot standby.

Tecnologia AutoSync: per la semplificazione della sincronizzazione

Topologia di un sistema di controllo ridondante  

Ridondanza per sistemi di controllo a prova di guasto

Grazie alla tecnologia AutoSync, progettata da Phoenix Contact, due controllori RFC 460R sono in grado di configurare e sincronizzare automaticamente tutte le funzioni di ridondanza.

Come di consueto, deve essere programmato un solo controllore mentre il secondo entra in servizio automaticamente. Se un PLC si guasta, l'altro interviene immediatamente e non si verificano interruzioni.

È sufficiente collegare due controllori RFC 460R mediante un cavo di sincronizzazione in fibra ottica.

Moduli SFP: per distanze variabili

Modulo SFP a innesto  

Modulo SFP a innesto

L'accoppiamento della connessione in fibra ottica con i controllori avviene mediante moduli SFP a innesto standardizzati. Il prezzo dei moduli SFP varia notevolmente in funzione della lunghezza della linea. Ciò vuol dire che, con il modulo adeguato, i controllori possono essere sincronizzati in modo più vantaggioso.

È possibile scegliere tra diverse distanze: da 550 m a 30 km, fino a 80 km.


Torna alla panoramica
Ulteriori informazioni

PHOENIX CONTACT S.p.a.

Via Bellini, 39/41
20095 Cusano Milanino (MI)
02 66 05 91

Questo sito utilizza cookies, continuando la navigazione acconsenti alla nostra Cookie Policy. Consulta la nostra informativa sulla Privacy.

Chiudi