Torna alla panoramica

Combined Charging System (CCS)

Il principio dell'interfaccia di ricarica universale

Il Combined Charging System (CCS) è un sistema di ricarica combinato con corrente alternata (AC) e corrente continua (DC) per veicoli elettrici. Attraverso la presa montata sul veicolo è possibile eseguire la ricarica sia con il connettore AC che DC: è necessaria una sola interfaccia.

  • Ricarica in AC convenzionale durante la notte nel garage o nei parcheggi, in caso di soste prolungate
  • Ricarica in DC rapida in pochi minuti nelle aree di sosta, ristoranti, supermercati, banche, ecc.

Il Combined Charging System (CCS) è conforme a IEC 62196-3 e SAE J1772. Esistono geometrie dei connettori per il Tipo 1 (Nordamerica) e per il Tipo 2 (Europa). Il sistema è stato sviluppato in collaborazione con le principali case automobilistiche ed è già in uso in molti veicoli elettrici. Nel 2013 la Commissione Europea ha definito l'impiego del sistema di ricarica CCS di Tipo 2, secondo IEC 62196, come standard unico per tutta l'Europa.

I vantaggi

  • Massima flessibilità nella ricarica del veicolo elettrico
  • Ricarica rapida nel proprio garage, in ogni momento della giornata o durante la notte
  • Ricarica estremamente sicura grazie all'attuatore dell'interblocco e al controllo della temperatura dei contatti di potenza
  • Un unico sistema di ricarica ad innesto per tutta l'Europa e il Nordamerica

Attuatore dell'interblocco

Attuatore dellinterblocco nella presa per la ricarica lato veicolo CCS  

Attuatore dell'interblocco nella presa per la ricarica lato veicolo CCS

Le prese per la ricarica lato veicolo CCS sono dotate, in conformità alla norma vigente, di un attuatore di interblocco elettromeccanico che blocca il connettore di ricarica del veicolo durante il processo di ricarica, lateralmente o direttamente sul gancio rispetto al piano di inserimento. I perni dell'attuatore sono progettati per resistere a elevate forze di trazione.

Controllo della temperatura

Rappresentazione della curva caratteristica del sensore di temperatura PT1000  

Curva caratteristica del sensore di temperatura PT1000

Anche il monitoraggio della corrente di carica è necessario per garantire la sicurezza della procedura di ricarica. L'eventuale surriscaldamento del sistema, ad esempio in presenza di elevate temperature esterne o sovraccarico, viene rilevato dai sensori di temperatura a resistenza PT1000. La temperatura dei contatti di potenza viene notificata alla stazione di ricarica mediante le rispettive uscite di segnale.

In caso di surriscaldamento, la stazione di ricarica può interrompere l'operazione di ricarica o ridurre la potenza di carica. Secondo IEC 62196 il surriscaldamento non deve essere superiore a 105 °C.


Torna alla panoramica
Ulteriori informazioni
  • Combined Charging System (CCS)

PHOENIX CONTACT S.p.a.

Via Bellini, 39/41
20095 Cusano Milanino (MI)
02 66 05 91

Questo sito utilizza cookies, continuando la navigazione acconsenti alla nostra Cookie Policy. Consulta la nostra informativa sulla Privacy.

Chiudi