Torna alla panoramica

Proprietà delle connessioni

IEC 60947-7-1/-2

Calibro (calibro a tampone) di forma A e B secondo IEC 60947-1  

Calibro (calibro a tampone) di forma A e B secondo IEC 60947-1

Questi test meccanici definiscono il collegamento di conduttori standard secondo le indicazioni del produttore.

I morsetti componibili devono essere realizzati in modo tale da poter collegare conduttori di sezione nominale standard e con capacità di connessione nominale. I dati sono forniti dal produttore in valori metrici (mm2) e anglosassoni (AWG).

Sezione di riferimento: valore della massima sezione possibile di tutti i conduttori collegabili (flessibili e rigidi o semirigidi), a cui si riferiscono determinati requisiti termici, meccanici ed elettrici.

Potere di allacciamento nominale: range della sezione massima fino a quella minima collegabile (ridotta di minimo 2 stadi) nonché numero di conduttori collegabili per i quali è stato costruito il morsetto componibile.

Durante i test, i morsetti componibili sono collegati con la sezione nominale e il potere di allacciamento nominale. In alternativa, la sezione nominale è anche testa con calibri, vedere le figure. Conduttori o calibri devono poter essere inseriti o collegati senza problemi nel punto di connessione aperto.

I morsetti di Phoenix Contact offrono dimensioni per le sezioni nominali designate notevolmente oltre gli standard. In base alle corrispondenti misure costruttive, in tutti i morsetti componibili della serie CLIPLINE complete è possibile collegare le sezioni nominali, anche con capicorda e collari isolanti.

Collegamento di conduttori in alluminio

I morsetti a vite della serie UT e UKH sono indicati per il collegamento diretto di conduttori in alluminio nel rispetto delle direttive sulla preparazione dei conduttori. In base alle corrispondenti misure costruttive, in tutti i morsetti componibili della serie CLIPLINE complete è possibile collegare le sezioni nominali, anche con capicorda e collari isolanti. Inoltre, dopo la spelatura del conduttore di alluminio, sulla sua superficie si forma uno strato di ossido in seguito alla reazione con l'aria. Questo strato di ossido provoca un incremento della resistenza di contatto tra conduttore in alluminio e punto di connessione. È pertanto necessario rimuovere questo strato di ossido prima di eseguire il cablaggio. Inoltre, il carico massimo della corrente dei conduttori in alluminio è inferiore rispetto a quelli in rame. Generalmente, in caso di requisiti uguali per quanto riguarda la portata della corrente dei conduttori in alluminio, è necessario scegliere una sezione maggiore rispetto ad un conduttore in rame. Generalmente, in caso di requisiti uguali per quanto riguarda la portata della corrente dei conduttori in alluminio, è necessario scegliere una sezione maggiore rispetto ad un conduttore in rame. Una caratteristica qualitativa fondamentale di questa qualificazione è un Current-Cycling-Test di 1000 ore secondo IEC 61545. Nell'ambito di questo test, le combinazioni di morsetti componibili e conduttori in alluminio vengono caricate con correnti per un'ora e successivamente disattivate per un'altra ora. Il ciclo viene ripetuto per 500 volte. Durante queste 1000 ore vengono eseguite misurazioni della temperatura sui punti di connessione, secondo un programma stabilito. I valori misurati non devono superare determinati valori limite. Tutte le connessioni a vite di Phoenix Contact che sono state sottoposte a questi test, sono riportate nella tabella sottostante.

Circolare, rigido, classe 1, approvato  

Circolare, rigido, classe 1, approvato

I conduttori in allumino rigidi, in versione tonda (RE) fino a 35 mm2, possono essere collegati nella sezione consentita, direttamente ai morsetti passanti sopra citati, utilizzando una connessione a vite. Nella connessione di conduttori in alluminio da 50 mm2 è necessario utilizzare conduttori rigidi adatti per il settore industriale (SE).

Idoneo per il settore industriale, rigido, classe 1, α = 90°; approvato  

Tale procedura deve essere ripetuta ad ogni nuovo collegamento.

In caso di connessione diretta di conduttori in alluminio a morsetti passanti delle serie UT ... e UKH ... di Phoenix Contact è necessario seguire questi passaggi per la preparazione dei conduttori:

  • liberare l'estremità spelata del conduttore in alluminio con una lama (una lama adatta, ad esempio l'utensile di spelatura WIREFOX-D 13) dal suo strato di ossido
  • immergere immediatamente l'estremità in vaselina neutra né acida, né alcalina
  • montare i morsetti in luoghi privi di umidità o atmosfera aggressiva
  • In caso di utilizzo del conduttore in alluminio, è necessario stringere la vite nel corpo del morsetto a vite con la relativa coppia di serraggio massima ammissibile. Non è necessario il blocco del punto di connessione.
  • Tale procedura deve essere ripetuta ad ogni nuovo collegamento.
Esempio pratico UKH ...: collegamento di conduttori in alluminio rigidi, adatti per il settore industriale  

Esempio pratico UKH ...: collegamento di conduttori in alluminio rigidi, adatti per il settore industriale

I conduttori in alluminio per il settore industriale devono essere utilizzati nel punto di connessione dei morsetti componibili UKH. La sezione circolare del conduttore deve essere rivolta verso l'alto, in modo tale che l'area ad angolo retto del conduttore in alluminio poggi sul lato inferiore della staffa. Per il collegamento di conduttori in alluminio semirigidi possono essere utilizzati differenti accessori, come ad esempio i capicorda bimetallici (Al-/Cu).

PHOENIX CONTACT AG

Zürcherstrasse 22
CH-8317 Tagelswangen
+41 (0) 52 354 55 55