Vai alla sintesi delle attualità

Più sicurezza per stazioni di ricarica

28.07.2015

Componente RCM a un canale  

Monitoraggio delle correnti residue per stazioni di ricarica

Grazie ai dispositivi EV RCM per il monitoraggio delle correnti residue, Phoenix Contact è in grado di soddisfare i requisiti previsti dalla norma IEC 61851-1 (Ed.3) e DIN VDE 0100-722 in materia di rilevamento di correnti di dispersione in AC e DC.

In base agli attuali progetti di norme in futuro nel settore dell'infrastruttura di ricarica sarà richiesto o il tipo B FI o, in alternativa, il tipo A FI con rilevamento supplementare e dispositivo di disinserimento in caso di comparsa di correnti di guasto DC > 6 mA. Lo scopo è garantire che l'eventuale comparsa di correnti continue di guasto, ad esempio in presenza di guasti di isolamento nel veicolo, non influisca negativamente sui dispositivi di protezione dell'infrastruttura. I componenti rilevano le correnti di guasto AC e DC, cosicché il processo di ricarica viene interrotto prima che l'interruttore di protezione FI dell'installazione si "acciechi". I componenti RCM sono compatibili con i controlli della carica della serie EV Charge Control di Phoenix Contact. In questo modo è possibile resettare automaticamente i componenti di corrente di guasto, nonché eseguire un test automatico. Questo permette di abbassare le spese per gli interventi di assistenza e aumenta la disponibilità della stazione di ricarica. Il componente è disponibile nelle esecuzioni a uno o due canali e può pertanto essere usato per il monitoraggio delle correnti di guasto di stazioni di ricarica domestiche o nei punti di carica commerciali.


PHOENIX CONTACT AG

Zürcherstrasse 22
CH-8317 Tagelswangen
+41 (0) 52 354 55 55